“Social, Istruzioni per l’Uso”

L’iniziativa di"Peer education" e prevenzione del Progetto Giovani nelle scuole secondarie di primo e secondo grado di Vittorio Veneto, verso un utilizzo consapevole dei nuovi media.

Negli ultimi anni l’incredibile progresso avvenuto nel campo delle nuove tecnologie non solo ha cambiato le nostre abitudini quotidiane ma ha anche profondamente trasformato il nostro modo di comunicare ed interagire. Se da una lato smartphone e internet hanno sicuramente portato numerosi vantaggi in diversi ambiti come quello della comunicazione, del tempo libero, della medicina, della scuola, etc… dall’altra non sempre vengono utilizzate in modo appropriato, in particolar modo fra i più giovani.

Il progetto “Social, Istruzioni Per l'Uso” realizzato dal Progetto Giovani di Vittorio Veneto in collaborazione con gli Istituti secondari di secondo grado Liceo “Flaminio”, IPSSAR "Beltrame”, IIS “Città della Vittoria” e le scuole secondarie di primo grado “Cosmo”, “Da Ponte” e “S.Giovanna d’Arco”, intende sensibilizzare gli studenti su rischi e opportunità legate all'utilizzo dei social network, sviluppando attraverso la tecnica educativa della Peer Education le competenze necessarie per una cittadinanza digitale corretta, consapevole e creativa.

Di seguito alcuni dati raccolti che testimoniano come i giovani protagonisti del percorso siano intensi fruitori delle nuove tecnologie. Di 289 ragazzi intervistati, con un'età compresa fra i 12 e i 14 anni, più della metà (58%) ha iniziato ad usare smartphone e tablet in un’età compresa fra i 7 e i 9 anni. Del campione intervistato, una buona parte (60%) ha appreso a navigare in internet in modo autonomo, e (63%) non riceve un controllo diretto da parte dei genitori nel farlo. L’utilizzo principale che viene fatto di internet dai ragazzi è ascoltare musica e visualizzare video (65%) oltre a realizzare ricerche di tipo scolastico (40%). Lo strumento preferito dai più giovani è lo smartphone (68%), seguito, ma a distanza, dal computer fisso (18%). Riguardo alla classifica dei social network maggiormente frequentati dagli intervistati, troviamo in prima posizione Whatsapp (87%), seguito da Instagram (50%) e Snapchat (35%). Facebook (9%) si trova nelle ultime posizioni: i ragazzi affermano infatti di non preferire questa app perché utilizzata da un pubblico prevalentemente adulto.

Gli educatori del Progetto Giovani in questi mesi hanno condotto un corso di formazione dedicato a 24 studenti volontari del Liceo “Flaminio”, IPSSAR "Beltrame” e IIS “Città della Vittoria”, approfondendo i temi della corretta partecipazione on-line, delle identità ingannevoli in rete, della privacy, sicurezza e web reputation, ed infine della credibilità e affidabilità delle informazioni che passano nel web.

Questi studenti costituiscono il gruppo di giovani “educatori alla pari” che a partire dal 9 febbraio accompagnati dagli stessi educatori sono entrati in coppie nelle 15 classi seconde medie di Vittorio Veneto per aiutare gli studenti più piccoli a riflettere sull’utilizzo dei social network proprio nel momento in cui quest’ultimi si approcciano a tali strumenti.

La giovane età dei formatori, oltre a renderli testimoni credibili nel parlare dell’uso giovanile dei social network,  permette un dialogo spontaneo e naturale tra ragazzi che esclude la percezione del giudizio del mondo adulto.